L’arte, quella “bella”, quella “classica”, quella delle statue, dei busti e delle rappresentazioni oniriche, quest’Arte è quella che la Fonderia Salvadori rende eterna e perfetta. Nato a Lajatico (PI) nel 1946, Enrico Salvadori è quello che si dice un esteta, appassionato di arti visive e fermamente convinto del potere migliorativo della bellezza sul mondo.

A 23 anni avvia la sua attività lavorativa in uno scantinato, dove inizia a fondere in bronzo. I metalli lo attraggono, sembrano conservare quella primordialità perfetta che da sola può esaltare ogni atto di genio. Dopo anni e anni di pratica, si crea la suo fonderia artistica che da subito viene considerata come punto cardine della fusione a cera persa a livello italiano.

I migliori artisti nazionali ed internazionali come Vivarelli, Botero, Merz o Kabakov, scelgono il lavoro di Enrico Salvadori e del suo team di 6 persone per realizzare ed esaltare al meglio le loro opere. Salvadori è l’ultimo erede di una tradizione millenaria, che solo lui sembra conoscere così bene e così a fondo.

“Questo lavoro va fatto con amore per l’arte”